Sceglie la morte sotto le luci scintillanti del Natale .. una triste vicenda che ci deve far riflettere !

by

CAMPI BISENZIO – Era disoccupato da un po’ di tempo il giovane campigiano, di 29 anni che questo pomeriggio si è tolto la vita impiccandosi al ponte pedonale di San Piero a Ponti. Il corpo è stato scoperto da un uomo che attorno alle 16 stava facendo footing e si è trovato a passare sulla passerella pedonale. Sul posto sono intervenuti i volontari della Misericordia di San Piero a Ponti e i carabinieri. (27 dicembre da piananotizie)

Non si sono ancora spente le luci del Natale che un’altra giovane vita ha smesso di palpitare.
Poche scarne righe su un sito di informazione locale per raccontare l’ennesima tragedia di un giovane campigiano afflitto dal male di vivere e che di vivere non aveva più voglia.
Sembra fosse disoccupato.
Certo non è colpa dell’amministrazione comunale, non è colpa del sindaco né degli assessori, né della politica e delle istituzioni in genere, però sarebbe giusto che queste persone riflettessero ogni tanto sui problemi reali della gente comune.
Ogni vita che si spegne in questo modo è un campanello d’allarme, una sconfitta, per una comunità e, credo non servirebbe, tanto per lavarsi la coscienza, dire che “è sempre successo” “era depresso” e girarsi dall’altra parte.
Bisognerebbe interrogarsi per esempio sulla qualità della vita nelle nostre città, nei nostri paesi.
Bisognerebbe in qualche modo sostenere, aiutare, prendersi cura dei più deboli, dei più fragili perchè vecchi, disoccupati, ammalati, giovani senza più prospettive.
Chiedersi anche se Campi è un posto per giovani, cosa viene offerto loro, se si dedicano loro spazi e tempo se ci si prende cura di loro, se si offre loro qualcosa, magari un posto dove ritrovarsi (che non sia il Centro Commerciale) se si offrono loro progetti da coltivare, valori che siano fari nella notte di questo momento buio per tutti.
Si percepisce invece un gran vuoto, è il vuoto delle piazze la sera, il vuoto nelle chiese, nella case del popolo ormai frequentate quasi unicamente da vecchi perché ai giovani si è dato troppo poco spazio e ha fatto comodo che si dirigessero per il loro “divertimento” verso Firenze, Prato, appunto i Centri Commerciali così tanto alienanti.
Un’altra vita che si spegne insieme alle luci di Natale e che dovrebbe almeno squarciare il velo dell’ipocrisia che incombe sulla nostra società. Speriamo che anche quest’altra giovane vita non sia finita invano.

Viviana

Annunci

Tag: , , , , , , , , , , , ,

4 Risposte to “Sceglie la morte sotto le luci scintillanti del Natale .. una triste vicenda che ci deve far riflettere !”

  1. giorgio Says:

    Non so se le amministrazioni locali hanno colpa oppure no, certo è che quando ci sono questi problemi nessuno ha mai voglia di farsi carico e dare una mano a queste persone, sarebbe bello che le amministrazioni locali in primis si facessero promotrici di sviluppare dei progetti per la crescita dei giovani di Campi. Potrebbe essere creato un ufficio ad hoc per collegare le nostre migliori menti, con le aziende del territorio e non, così si potrebbe combattere la famosa fuga di “cervelli” e far nascere nuovi posti di lavoro.

  2. Viviana Says:

    Si Giorgio, credo che potrebbe essere una buona idea.

  3. Paola Russo Says:

    Questo 2012 ci lascia delle tristi eredita’: donne che vengono maltrattate e in alcuni casi uccise; giovani e meno giovani che si tolgono la vita perche’ la vita gli ha tolto la dignita’ per vivere; persone anziane non autosufficienti (in alcuni casi nemmeno economicamente) a cui lo Stato e di conseguenza le Regioni hanno tagliato i fondi che li consentivano di essere accudite senza gravare sulle famiglie, anch’esse gia’ gravate di spese in continua crescita. E’ chiaro che questi sono problemi cui le amministrazioni locali non possono essere la soluzione. Tuttavia le amministrazioni locali possono essere megafoni di denuncia. Pero’ nei due casi tragici che hanno toccato la nostra comunita’ niente di questo e’ stato fatto…. pero’ intanto ci si riempie la bocca con parole come “pace”, “uguaglianza”, “diritti”, “pari opportunita”, e bla bla bla…. senza accorgersi o fare finta di non accorgersi che il disagio ce lo abbiamo in casa!

  4. Viviana Says:

    E’ vero, sembra che la nostra amministrazione tenda a “coprire” certi “casi” tristi, a censurarli, vogliono dare l’idea che tutto vada a meraviglia, evidenziano notizie sensazionalistiche sempre positive, un po’ come succedeva una volta in certi regimi quando si facevano le parate per distogliere l’opinione pubblica dai veri problemi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: