“Il pelo sullo stomaco”

by

Da MenteLocale della Piana. Nel mese di ottobre è stata presentata l’associazione di volontariato Futura Memoria, con lo scopo di valorizzare la Memoria (con la maiuscola, chissà perché?), la cittadinanza attiva, l’impegno, la non discriminazione e tante altre belle cosine.
Come si fa a non essere d’accordo? L’associazione è stata però presentata alla presenza degli assessori Fossi e Pillozzi, entrambi candidati alle primarie, e subito i cittadini hanno sentito odore di bruciato, tanto che la vicenda è stata oggetto di una furiosa polemica su Campi Bisenzio Notizie Blog, da cui traiamo le seguenti precisazioni di un noto (noto… vabbeh, qualcuno lo conoscerà…) esponente del PD: “La presenza degli assessori ha ragioni strettamente di imparzialità in quanto candidati alla carica di sindaco (e se vogliamo dirla tutta Fossi, come assessore alle Politiche Educative, ha coordinato il progetto in passato, quindi perché non doveva partecipare?).
Mi piacerebbe si leggesse bene le cose prima di commentare: progetto della memoria, un progetto che funziona, organizzato per 5 anni da Auser, Comune, Macramè e tanti altri soggetti, per motivi di semplificazione e non disperdere le forze si unisce in un unico soggetto, dove solo pochi adulti entrano e ci saranno tutti ragazzi. Il senso è questo. Per mettere in dubbio anche l’onestà di ragazzi di 16 anni ci vuole pelo sullo stomaco”.
Premesso che, dopo averne viste di tutte con la storia del volontariato a pago, a Campi Bisenzio, il pelo sullo stomaco deve essere venuto anche ai neonati, e quindi c’è venuta la voglia di approfondire un po’, ed ecco quello che si è scoperto:
1) Nel direttivo dell’associazione siedono Elio Pattume (sostenitore di Abbiamo a cuore il PD); Gianni Panerai (ex consigliere provinciale per il PD e sostenitore di Abbiamo a cuore…); Santa Murgia (consigliere comunale PD); Giuseppe Costa (sostenitore di Abbiamo… insomma lo sapete); Alfina Favara dell’Auser . Tra gli scopi dell’associazione c’è anche “svolgere qualsiasi operazione  economica o finanziaria, mobiliare o immobiliare, purché operi il migliore raggiungimento dei propri fini istituzionali”. Che è una cosa strana per un’associazione di volontariato, che normalmente non svolge operazioni finanziarie e immobiliari.
2) La cosa strana si spiega con un altro fine dell’associazione: creazione di spazi fisici e virtuali per favorire la libera circolazione di idee e la diffusione delle attività svolte, a vantaggio sia dei soci dell’associazione che della cittadinanza”. È per questo che serve l’inciso di cui al punto 1, che sennò non si spiega.  Saremo maligni, ma diteci la verità: non è venuto a mente anche a voi lettori che si tratti di una riproposizione dell’infausta operazione dell’affitto del Museo Civico, ahimè scomparso dalla Memoria e che uscito dalla porta ora potrebbe rientrare dalla finestra? (Non ti scordar di me… Il Museo civico carsico e EDITORIALE news 2 (ancora sul Museo Civico a Campi))
3) L’onestà di ragazzi di 15-16 anni è fuori luogo, almeno fino a prova contraria. Ma perché questi ragazzi hanno bisogno della tutela di tutti questi personaggi legati alla politica? Perché l’associazione la dirigono i personaggi, mica i sedicenni.
4) Sarà un caso, ma è programmatico per questa associazione, nel senso che l’hanno messo proprio nel programma), attivare “la stipula di apposite convenzioni con Enti già impegnati o interessati” ecc. ecc. Si sta per caso dicendo che si busserà a quattrini al Comune (nel caso si spiegherebbe con facilità a cosa servano i di sopra citati personaggi)? Se capita, avvertiamo che sarà inutile opporre, come è stato fatto durante la polemica furiosa, questioni di privacy; quando i soldi escono dalle tasche pubbliche non c’è privacy che tenga. Questo è il ragionamento di Fiorito, che sosteneva che una volta che i soldi uscivano dalle tasche pubbliche della Regione e entravano nelle tasche private dei partiti, uno ci faceva quello che voleva e non doveva rendere conto a nessuno. Ora è a bottega anche lui. Almeno noi chiederemo conto.
5) Un’ultima domanda; ma a questi sedicenni così innocenti, così puri, che cosa gliene sarà fregato di assicurare la par condicio e che presentassero la nuova associazione tutti i candidati alle primarie sennò succedeva un casino? Che cosa gliene sarà fregato di assicurare gli equilibri interni del PD?
Sbaglieremo, ma visto l’ambientino ci metterà poco a venir il pelo sullo stomaco anche a loro.

Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Una Risposta to ““Il pelo sullo stomaco””

  1. Viviana Says:

    Bravissimi, siete davvero grandi!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: