Dal presidio Sfratti Zero nasce il “gruppo casa”, Rifondazione Comunista lancia la sfida agli sfratti a Campi Bisenzio

by

Mercoledì 10 si è tenuto come preannunicato il presidio-volantinaggio sotto il comune di Campi nell’ambito della giornata mondiale Sfratti Zero. Diversi sono stati coloro che si sono fermati al presidio chiedendo informazioni sulle proprie condizioni abitative e su come comportarsi in caso di morosità causa disoccupazione. “Il presidio è stato il momento per riunirci e iniziare a organizzare le prime azioni per impedire gli sfratti che ci saranno nel prossimo mese.” ci dicono da Rifondazione Comunista di Campi Bisenzio, “Dalla riunione svolta abbiamo deciso di procedere a creare un gruppo che si occupi della questione casa.”
E continua “Noi siamo perché nessuno rimanga in mezzo a una strada e per la politica ‘da casa a casa’. Chi viene sfrattato deve lasciare l’abitazione solo se si individua un’altra soluzione. Un individuo gettato in mezzo a una strada, a dormire in macchina, magari con la famiglia, è un soggetto socialmente perso. Chi si rende complice di tale incivilità, si rende complice di aggravare l’emergenza sociale. E – mettiamocelo bene in testa: questa emergenza è il portato della crisi del capitalismo. Una crisi che non è di natura passeggera ma è ormai la nuova normalità in cui siamo immersi. Per questo, nessuno più deve rimanere solo, colpevolizzato della propria disoccupazione o del proprio disagio. E’ ora di riunirci e organizzarsi.”
Il gruppo casa si riunisce MERCOLEDI’ 17 dalle 18 alle 20 presso il circolo di Rifondazione Comunista, presso la casa del popolo Rinascita in Piazza Matteucci, a Campi Bisenzio.
Tutti i dettagli sul sito di Rifondazione Comunista “Circolo A.Gramsci” di Campi Bisenzio.

Tag: , , , , , ,

Una Risposta to “Dal presidio Sfratti Zero nasce il “gruppo casa”, Rifondazione Comunista lancia la sfida agli sfratti a Campi Bisenzio”

  1. Irene Says:

    Che ne sapete della crisi del capitalismo voi, rifondatori di un comunismo che è stato più dannoso della peste?
    Perché non parlate mai della fame e dei morti che i vostri eroi sovietici hanno provocato?
    Siete solo avvoltoi in caccia di voti per poter sostituire l’attuale classe di ladroni … della serie: “ieri a te, domani a me”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: