Prorogata fino al 28 gennaio 2012 la Mostra di Antonio Crivelli al Museo di Arte Sacra di S.Donnino

by

E’ stata prorogata fino al 28 gennaio 2012 la Mostra di Antonio Crivelli, “Dalla materia allo Spirito”, inizialmente prevista dal 28 ottobre al 13 novembre 2011, presso lo Spazio espositivo del Museo di Arte Sacra di San Donnino. L’orario di apertura della mostra è il seguente: Gioverdì, Venerdì e Sabato ore 15,30-18,00 la Domenica ore 9,30 – 12,00.
Dopo la Certosa di Firenze e i chiostri di Santa Croce, la scultura di Crivelli torna in uno spazio di antica e nitida armonia, quasi a voler ancora una volta sottolineare il rapporto che lega la sua opera con la cultura del passato: dai marmi, in cui la figura sembra emergere con una lotta interiore dalla scabra materia inerte – che guardano al non finito michelangiolesco come fonte arcana d’ispirazione – ai bronzi dagli effetti luministici e vibranti che richiamano maestri ottocenteschi, primo fra tutti il grande Rodin, folgorante amore sbocciato a Parigi nel 1992 e mai dimenticato.
La produzione di Crivelli, come scrive lo stesso artista, “dopo quindici anni di figure appena emergenti dal sasso, alla ricerca di un messaggio, potendo, ancor più liberatorio che non lo stesso atto del liberarsi lo spirito dalla materia” ha trovato nel bronzo il materiale più congeniale a esprimere il volo verso l’infinito, riuscendo a trasferire anche nelle sculture di grandi dimensioni gli effetti di straordinaria leggerezza che caratterizzavano i piccoli bronzetti. La ricerca di strumenti sempre nuovi, il gusto per la sperimentazione, sono alla base dell’operazione che Crivelli compie con Dalla materia allo Spirito. Una serie di teste originariamente scolpite in marmo o pietra è stata replicata in bronzo. Così, opere come il Pensatore, la Donna dell’Etna, la Suonatrice d’arpa, trasmutate in un bronzo a cui la particolare lavorazione conferisce raffinati effetti coloristici, assumono una qualità espressiva del tutto nuova e completamente diversa, dove la fatica della forma che si libera dalla materia inerte attinge a una serenità fuori dal tempo, mostrando quanto la scelta dei materiali costituisca un elemento determinante del linguaggio creativo di ciascun artista.
Antonio Crivelli (Firenze, 1947) nasce in una famiglia di artisti: il padre Renzo, finissimo pittore, e la madre Catherine Lester, scultrice americana. Gli inizi, a partire dagli anni Sessanta, lo vedono impegnato come pittore e successivamentte come mosaicista. L’incontro con la scultura di Rodin durante il viaggio a Parigi nel ’92 lo spinge a seguire le orme materne. Ad un primo approccio, consistito nel modellare figure umane con la creta, sono seguite le forme scolpite nei marmi che si procurava sulle Apuane e nei macigni di pietra serena raccolti sull’Appennino. Crivelli ha iniziato a confrontarsi con la materia inerte, elaborando una tecnica che rispondesse alle proprie esigenze espressive. Dopo le personali tenutesi in varie città, le sculture di Crivelli sono approdate nel 2007 a Firenze, presso la Pinacoteca della Certosa del Galluzzo.
Nel settembre 2009 tiene una monografica nei chiostri di Santa Croce. Il Tuffo in cinque mosse, conclude l’itinerario espositivo con la ruota della vita, come scansione di tuffi dal mare verso il cielo, e di nuovo nel mare, nella circolarità dell’esistenza. Due versioni dell’opera hanno trovato definitiva collocazione proprio in ambiente marino, a Porto Santo Stefano, all’Argentario, e a Rio Marina (Isola d’Elba).
Nell’estate 2011 si è tenuta a Fiesole la mostra Il verso del Tempo. In questa occasione, Crivelli ha curato anche l’allestimento scenico del Teatro Romano di Fiesole per la tragedia di Sofocle “Edipo Re”, il cui elemento principale, la Porta del Tempo – costituita da 12 formelle in terracotta – faceva da sfondo agli attori nel corso della rappresentazione.
Attualmente, Crivelli sta lavorando alla realizzazione della grande opera in bronzo destinata al piazzale d’ingresso del nuovo Palazzo di Giustizia di Firenze.

Tag: , , , , , , , , , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: