Posts contrassegnato dai tag ‘scossa’

Scossa sismica Md 4.4 avvertita a Campi (30.06.2013) ore 16:40, epicentro a Casola in Lunigiana

30 giugno 2013

Una scossa sismica di forte intensità è stata appena avvertita anche a Campi Bisenzio, soprattutto ai piani più alti delle abitazioni. Il sisma è stato registrato da alcuni sismografi amatoriali posti in Garfagnana.
Alle ore 16:40 la rete di monitoraggio dell’INGV ha segnalato l’evento sismico con magnitudo 4.4 (9,8 km di profondità) con epicentro nel comune di Casola in Lunigiana (Ms). L’evento è stato localmente avvertito in alcuni comuni della provincia di Firenze.
drum-1 sisma 30 giugno 2013 16-38

Nuova scossa in Lunigiana avvertita anche a Campi Bisenzio (17:01)

23 giugno 2013

Alle ore 17:01 la rete di monitoraggio dell’INGV ha registrato un nuovo evento sismico di magnitudo 4.4 (9.5 Km di profondità) con epicentro nei pressi del Comune Minucciano (LU). La scossa è stata avvertita anche nella Piana e si aggiunge alle numerose di assestamento che tengono la popolazione in continua tensione.

Nuovo evento sismico (ore 21.27) fra Gambassi Terme e Certaldo Md=2,5

21 giugno 2013

Alle ore 21:27 la rete di monitoraggio dell’INGV ha registrato un evento sismico di magnitudo 2.5 (13 km di profondità) con epicentro tra il comune di Gambassi Terme e Certaldo. L’evento è stato localmente avvertito dalla popolazione.

Dopo l’evento di oggi alle 12.33, sono continuate le scosse di assestamento in Lunigiana con magnitudo compresa tra 2.1 e 4.0 e profondità tra i 4,3 km e gli 11 km. Epicentro delle scosse è stato localizzato tra i comuni di Fivizzano(MS), Minucciano(LU) e Casola in Lunigiana(MS).
Dopo le 16 di oggi l’elicottero della Protezione civile regionale che ha sorvolato le zone della Garfagnana e della Lunigiana dopo le scosse di terremoto, con epicentro tra le province di Massa-Carrara e Lucca ha effettuato un primo monitoraggio delle zone colpite; al momento una delle zone più colpite pare Equi Terme, dove diversi edifici che appaiono lesionati.
La Protezione civile regionale, che inviato sul luogo alcuni tecnici, ha predisposto l’invio di un migliaio di brandine per accogliere coloro che passeranno la notte fuori casa e si sta preparando anche per l’eventuale invio di due cucine da campo. Sono in partenza anche volontari delle Pubbliche assistenze per allestire un campo a Casola, un altro dei comuni più colpiti in Lunigiana, che ospiti le persone che non vorranno o non potranno dormire in casa. “Stiamo seguendo con attenzione la situazione – ha detto l’assessore regionale all’ambiente Anna Rita Bramerini – Tutta la Protezione civile è attivata per coordinare le operazioni di controllo, assistenza ed eventuale intervento per garantire il ritorno pèiù rapido possibile alla normalità “.

Scossa di terremoto in Toscana (ore 13.29 del 25.05.13)

25 maggio 2013

Il servizio di Protezione Civile della Misericordia di Campi ci informa che un evento sismico è stato avvertito dalla popolazione tra le province di Pisa, Siena e Grosseto, le località prossime all’epicentro sono i comuni di Castelnuovo in Val di Cecina (PI), Radicondoli (SI) e Montieri (GR).
Dalle verifiche effettuate dalla “Sala Situazione Italia” del Dipartimento della Protezione Civile non risultano danni a persone e/o cose.
Secondo i rilievi registrati dall’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia la scossa è stata registrata alle ore 13.29 con magnitudo locale 2.9.

Scossa terremoto avvertita distintamente a Campi Bisenzio (29.05.2012 ore 9.01)

29 maggio 2012

Ore 9.01 avvertita scossa sismica di notevole intensità, non si hanno notizie in merito, vi aggiorno appena possibile. Postate i vostri commenti e segnalazioni.

Aggiornamento: La scossa ha avuto una magnitudo 5.7, con epicentro nel Modenese. Il dato, ancora preliminare e non definitivo, è stato comunicato dall’Ingv alla Protezione civile.

Aggiornamento: Le notizie sono imprecise l’epicentro di questa nuova scossa è nel Modenese; l’intensità è simile a quella che ha sconvolto il nord Italia dieci giorni fa e si parla di magnitudo addirittura 5.9. Si attendono notizie più precise dalla zone già piegate dal sisma. Intanto, per precauzione, anche a Milano e nell’hinterland sono stati fatti evacuare alcuni edifici per motivi di sicurezza.

Aggiornamento: L’epicentro pare sia nella zona di Ferrara. Scossa di 5.8 magnitudo, profondità 10,2 km. Dalle prime informazioni,  linee telefoniche di pompieri e polizia urbana sono intasate dalle chiamate dei cittadini. In alcuni casi le persone sono uscite dalle abitazioni e dagli uffici per motivi di sicurezza. Nessuna segnalazione di danni a persone o cose, solo un po’ di spavento.

Aggiornamento: L’epicentro è sempre tra Finale Emilia e Mirandola, dove ci sono stati crolli di edifici già lesionati (a Mirandola pare sia crollato il Duomo). La Protezione Civile conferma l’intensità della scossa, di magnitudo 5.8, e la scarsa profondità, dettaglio che rende il sisma potenzialmente più devastante. Il sindaco di San Felice sul Panaro avrebbe rivelato la presenza di vittime, probabilmente nelle aree industriali. A Mirandola è crollato un capannone in via Di Mezzo: quattro operai sono rimasti sotto le macerie e i vigili del fuoco stanno cercando di trarli in salvo.

Aggiornamento: Secondo Alessandro Amato dell’INGV potrebbe essersi verificata la rottura di una nuova faglia attivata dal sisma del 20 maggio. Dalle ore 9.00 si sono registrate altre 8 scosse degne di rilievo da un magnitudo di 4 a 2.9. L’ultima alle 10.04 di magnitudo 3. A Bologna ferma la stazione per accertamenti alle linee con il nord Italia (linee ferme verso Padova, Piacenza,Verona e Modena). Viaggino a velocità ridotta verso Prato e verso Rimini. Anche l’Alta Velocità rallenta a 100 Km orari sulle linee da e per Bologna.

In Toscana nessun danno segnalato. Piani di evacuazione attuati in molte delle scuole di Firenze e provincia e nella stessa Prato.

27-01-2012 ore 15:54 scossa di terremoto avvertita a Campi Bisenzio (Firenze) – Magnitudo 5.4 epicentro Frignano

27 gennaio 2012

Una scossa di terremoto avvertita distintamente pochi secondi fa a Campi Bisenzio (ore 15:54 circa).
Grande apprensione anche a Campi; ai piani superiori in alcune abitazioni si sono mossi distintamente tavoli e poltrone, mentre ai piani terreno l’evento è stato avvertito solo per i soprammobili che hanno vibrato in modo evidente. Chi era a letto, ma anche chi era in piedi si è reso subito conto del terremoto ed una certa apprensione è ricaduta per i bambini nelle scuole. Fortunatamente nessun timore almeno da parte loro, sia per gli insegnanti che hanno rassicurato, sia per la lieve entità della scossa avvertita nel nostro territorio.
Secondo l’INGV la scossa è stata di magnitudo 5,4 con epicentro nel comprensiorio di Frignano, in provincia di Parma più precisamente a Berceto. Il sisma si è sviluppato ad una profondità di 60,8 Km e quindi ha abbracciato un’ampio cerchio di territorio circostante.
La scossa tellurica rispetto a quella di mercoledì (era di magnitudo 4.9) è aumentata di intensità. Il moto è stato avvertito pure in Trentino Alto Adige, Piemonte e Liguria, oltre che in Toscana. Secondo le ultime indiscrezioni non si registrano danni, ma si segnala solo la caduta di alcuni calcinacci.
Alle 16:23 una seconda scossa di magnitudo 2,7 ha interessato la provincia di Parma e una terza scossa si è verificata alle 16:34, questa volta con intensità 3,2.
Non si registrano danni nè feriti nel nostro territorio, vi rimando a più tardi per eventuali aggiornamenti.
Altra scossa di assestamento alle ore 17.48 con magnitudo 2.0
Altra scossa di assestamento alle ore 20.13 con magnitudo 2.4
Naturalmente potete inserire i vostri commenti …
Altri dati dal sito INGV:

Posizione dell'epicentro (INGV)

Dati evento
Event-ID 2221279330
Magnitudo(Ml) 5.4
Data-Ora 27/01/2012 alle 15:53:13 (italiane)
27/01/2012 alle 14:53:13 (UTC)
Coordinate 44.483°N, 10.033°E
Profondità 60.8 km
Distretto sismico Frignano
Comuni entro i 10Km
BERCETO (PR)
CORNIGLIO (PR)
Comuni tra 10 e 20km
CALESTANO (PR)
MONCHIO DELLE CORTI (PR)
PALANZANO (PR)
SOLIGNANO (PR)
TERENZO (PR)
TIZZANO VAL PARMA (PR)
VALMOZZOLA (PR)
BAGNONE (MS)
FILATTIERA (MS)
PONTREMOLI (MS)

Scossa di terremoto nel Mugello, avvertita anche a Campi ?

25 maggio 2011

Questa notte una scossa di terremoto ha avuto come epicentro ontefeltro con magnitudo 3.3. In particolare l’evento sismico, è stato percepito dalla popolazione a Firenze e nel Mugello, dove sono state numerose le chiamate ai vigili del fuoco. La scossa si è verificata, secondo quanto fa sapere l’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, poco dopo la mezzanotte, alle ore 00,03. Al momento non risultano danni a persone o cose. Mi pervengono notizie da alcune segnalazioni che è stata avvertita anche a Campi e a Firenze. Raccontate come e cosa avete sentito nei commenti …

Scossa di terremoto nel Mugello avvertita anche a Campi (14.09.09 ore 22:04), tutti gli eventi minuto per minuto

14 settembre 2009

Una scossa di terremoto è stata avvertita (anche dal sottoscritto) alle ore 22:04:31 locali, dalle notizie pare si sia localizzato nel Mugello con un magnitudo stimato di 4,2 ed una profondità di 3,5 km. Al momento non si hanno notizie di danni. Potete lasciare un vostro commento su cosa avete sentito e come… (post in continuo aggiornamento).
Da informazioni radio e da un rapido riscontro sul mio navigatore satellitare l’epicentro è stimato a pochi km da Galliano nel Mugello, vi terrò aggiornati ..

Epicentro freccia verdeDa Google Maps ho estrapolato le coordinate date dall’INGV, l’epicentro è verosimilmente quello indicato dalla freccia verde.

Altri dati dall’INGV:
coordinate evento: 44.012°N, 11.284°E

map_loc

Seconda scossa di terremoto dopo pochi minuti (ore 22:15:43) con intensità 2,8 registrata a 5,6 km di profondità con le seguenti coordinate 44.018°N, 11.220°E, ecco la visualizzazione su Googlemaps dell’epicentro (segnalino rosso a sinistra di Barberino del Mugello). Nessun danno segnalato.

44.018_260N

Terza scossa sismica ore 22:56:23 con intensità 2,4 e profondità 8,3 km sempre con epicentro nel Mugello in prossimità di Erbaia, (vedi foto sottostante), coordinate 44.034°N, 11.258°. Ulteriori dettagli ed andamento degli eventi sismici anche successivi a questo post, possono essere seguiti in diretta a questa pagina dell’INGV.

Terzo-evento

Hai sentito il terremoto? Compila il questionario

Protezione civile della Provincia di Firenze
Protezione civile dell’Emilia- Romagna

Prime agenzie sulla stampa nazionale:

Corriere della Sera
TGCom
Messaggero Online

Terremoto, scossa di magnitudo 2.3 in provincia di Siena

11 aprile 2009

Siena, 11 apr. – (Adnkronos) – Una scossa sismica e’ stata avvertita la notte scorsa in provincia di Siena. Secondo i rilievi dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, il terremoto e’ stato registrato alle 04.22 con magnitudo 2.3 e le localita’ prossime all’epicentro sono Poggibonsi, Castellina in Chianti e Colle Val D’Elsa. Come fa sapere la Protezione civile, non si sono registrati danni.
ingv-sisma-poggiDati del Sisma:
Lat: 43.457 Lon: 11.203
Profondità in km: 11
Data UTC: 11/04/2009 02:28:56
Magnitudo: 2.3
Località: Zona_Chianti
Codice: 1206569481
Link alla pagina web INGV per maggiori dettagli

Fonte INGV

Terremoto Appennino Tosco-Emiliano e all’Aquila 5-6 aprile 2009

6 aprile 2009

Una forte scossa di terremoto ha interessato ieri la zona di Forli e Cesena alle ore 22.20 di magnitudo 4.7 a una profondità di 14 chilometri. Epicentro tra Forli e Faenza che è stata avvertita in tutto il territorio fiorentino, in particolare in Mugello, nel Valdarno e a Firenze. L’epicentro del sisma, nell’Appennino Forlivese, tra Forlì, Imola e Marradi, tra gli 80 e i 120 km di profondità.
Dopo la scossa di terremoto avvertita intorno alle 22.20 in tutto il territorio fiorentino con magnitudo 4.6, alle 22.48 è stata registrata una seconda scossa di magnitudo 2.3. Stando ai dati in possesso della Sala operativa di Protezione Civile della Provincia di Firenze non vi sono stati danni a cose o persone.
Successivamente una forte e lunga scossa di terremoto ha colpito l’Abruzzo, questa notte, con effetti in tutta l’Italia centrale, alle 3,32. La magnitudo è stata valutata dall’Istituto nazionale di Geofisica e Vulcanologia a 5,8 gradi della scala Richter. Secondo fonti degli istituti statunitensi la magnitudo è pari invece a 6,3 gradi Richter. L’epicentro è stato localizzato a una profondità di 5 chilometri, tra il capoluogo, Collimento e Villagrande.
Il terremoto ha avuto in alcune zone un effetto pari all’ottavo-nono grado della scala Mercalli sugli edifici, provocando numerosi crolli: lo ha detto il portavoce della Protezione civile, Luca Spoletini, nella sede del dipartimento dove è riunito il comitato operativo. Il quadro, ha spiegato Spoletini, «è estremamente critico, ci sono stati diversi crolli».
Dopo circa un’ora è stata avvertita un altra scossa, secondo la Protezione civile la magnitudo è stata di 4,7 ed è avvenuta alle 4.37. Già ieri sera, intorno alle 23, una scossa di magnitudo 3,9 aveva creato allarme in Abruzzo. Molte le repliche, di varia intensità, che si sono susseguite.
Voi che cosa avete sentito ? postate i vostri commenti ..


Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 59 follower