E’ a Campi il tetto solare più grande d’Europa

di

Con i suoi 10.000 metri quadrati di superficie captante è grande come due campi di calcio che misurano 100×55. Si tratta del più grande impianto, “a totale integrazione architettonica”, per la produzione elettrica con pannelli fotovoltaici, attualmente in corso di realizzazione in Europa.
A progettarlo e costruirlo, su commissione del Lanificio Pecci di Campi Bisenzio (Fi) è la Solar Energy Italia Spa, azienda pratese leader nazionale nel settore delle energie rinnovabili.
“Quello che stiamo realizzando a Campi – spiega l’ingegner Francesco Repola, amministratore delegato di Solar Energy Italia – è un impianto che si caratterizza per essere completamente integrato sotto il profilo architettonico.
Cio’ significa che i moduli fotovoltaici assumono anche la funzione degli elementi di copertura in eternit che vanno a sostituire. L’installazione dell’impianto orientata alla massimizzazione della produzione energetica, ha comportato la soluzione di notevoli problemi progettuali, dovuti alla forma ondulata delle coperture dei capannoni, affinche’ ogni fascia di pannelli rendesse al massimo in termini di produzione energetica. L’impianto, che ha una potenza installata di quasi 1,3 MW, e’ in grado di produrre oltre 1.600.000 kWh/anno (consumi di 500 famiglie), consentendo all’azienda, che per propria natura ha una produzione energivora, di ottenere risparmi considerevoli sulla propria bolletta energetica”.
La realizzazione chiavi in mano dell’impianto di Campi Bisenzio costa 6,5 milioni di euro. La tariffa incentivante garantita attraverso il “Conto Energia”, e’ di 0,44 €/kWh + il 5% dovuto allo smaltimento dell’eternit. La produzione di energia elettrica generata dai 10.000 mq di panelli fotovoltaici, inoltre, consentira’ ogni anno un risparmio di 353 TEP (Tonnellate equivalenti di petrolio) – pari a 4.500.000 bottiglie di plastica – evitando di immettere in atmosfera 1.035 tonnellate/anno di CO2 (equivalenti a 135 volte il volume occupato dalla Torre di Pisa) e 2,3 tonnellate/anno di NOX (ossidi di azoto).
“Nel progetto – aggiunge Repola – i pannelli fotovoltaici sostituiscono una parte del materiale da costruzione diventando essi stessi componenti funzionali dell’involucro, contribuendo alle performance di contenimento energetico dell’edificio e rinnovandolo rispetto all’estetica tipica degli edifici industriali degli anni 70″. (fonte intoscana.it)

About these ads

Tag: , , , , , , , , , ,

Una Risposta to “E’ a Campi il tetto solare più grande d’Europa”

  1. Asset Solare FOTOVOLTAICO Says:

    Malgrado la crisi su tutti i settori credo che se esiste un settore in grado di resistere e trainare una ripresa sia quello energetico focalizzato su progetti di risparmio ed efficienza al fine di abbattere i costi industriali di prodotto.

    FOTOVOLTAICO Asset Solare , società di ingegneria specializzata nel fotovoltaico, propone impianti fotovoltaici per imprese. Puoi richiedere il book delle referenze nel quale troverai anche:
    - Tetra Pak
    - Ospedale Maggiore di Milano
    - Fiori SpA
    - Magnetti Building SpA
    - Acciaierie Socfeder spA

    FOTOVOLTAICO Asset Solare

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 59 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: