Una via per Don Bruno Verdiani, parroco del Sacro Cuore di Gesù

by

Ad un’anno dalla scomparsa di Don Bruno Verdiani, compianto parroco del Sacro Cuore di Gesù a Campi Bisenzio, ricevo e pubblico questa bellissima iniziativa da parte della Lista Civica Campigiana, da poco entrata a far parte del consiglio comunale nelle persone di Roberto Viti ed Antonio Esposito. Si tratta della presentazione di un’ordine del giorno, che allego, riguardante l’iniziativa per il prossimo consiglio comunale di giovedì 26/6/2008. Confesso che approvo questa iniziativa, poichè tanto dobbiamo a Don Bruno, primo fra i sacerdoti campigiani, a manifestare sempre viva partecipazione sul rispetto della salute dei cittadini e quindi in pieno accordo con il comitato campigiano. Per l’impegno solidale e per la simpatia che non mancava mai di mostrare a sostegno del movimento, come quando ne ospitava le iniziative nei locali della parrocchia. Viti ricorda bene una sua frase, simbolo di dedizione genuina: “Quando la comunità soffre, soffre anche il suo parroco”, in riferimento alla possibile costruzione dell’inceneritore di case passerini, proprio cosi vicino alla sua parrocchia e tutto ciò in coerenza all’appassionato, continuo, suo virtuoso servizio di ben 39 anni a Campi Bisenzio.
Angelo Manna, il suo principale e fedele collaboratore e molti parrocchiani hanno chiesto di commemorarlo degnamente nell’anniversario della sua morte, quale modo migliore per farlo, se non intitolare a suo nome proprio la strada ove si trova la chiesa che ha servito per tanti anni, variandone il nome da Via del Gelsomino a Via Don Bruno Verdiani.
Il consiglio comunale inizierà alle 15.30, si suppone l’ordine del giorno venga discusso verso le 18. Si chiede di intervenire e di passar parola agli interessati. Sarà d’aiuto una cospicua partecipazione per influenzare in positivo l’esito della votazione.
A tale proposito è in programma un’altro evento e cioè la celebrazione della deposizione della lapide, che verrà scoperta nella chiesa del Sacro Cuore, dopo la messa straordinaria delle 21.30 il 13 luglio 2008, giorno preciso della sua scomparsa, con la presenza del Cardinale Piovanelli.

ORDINE DEL GIORNO

Al sig. Presidente del Consiglio Comunale di Campi Bisenzio
Oggetto: variazione toponomastica

VISTO quanto disposto dalle vigenti leggi in materia di variazioni toponomastiche ed in particolare dalla Legge n. 1188 del 23 giugno 1927 e dal DPR n. 223 del 30 maggio 1989;

CONSIDERATO che il divieto disposto dall’art. 2 della citata Legge 1188 di intitolazione di strade e piazze a persone decedute da meno di un decennio trova deroga nell’art. 4 della citata Legge;

ATTESO che in data 13 luglio 2007 è deceduto il parroco Don Bruno Verdiani, resosi meritevole di ricordo da parte della comunità campigiana e in particolare da parte di quei cittadini che abitano nella zona della parrocchia del Sacro Cuore di Gesù, in quanto prodigatosi per oltre trentanove anni in un appassionato impegno sociale e parrocchiale a favore della popolazione tutta;

ATTESO inoltre che fra i cittadini abitanti nella zona della parrocchia citata, per la stima, riconoscenza, affetto e gratitudine, si è manifestato il desiderio di intitolare al loro sacerdote Don Bruno Verdiani una strada posta in prossimità del complesso parrocchiale presso il quale il magistero sacerdotale umano e morale dello scomparso si è svolto in modo continuo e duraturo;

ATTESO infine che, come chiarito dalla circolare del Ministero dei Trasporti n. 21 del 26 marzo 1967, la semplice variazione di toponomastica non costituisce trasferimento di abitazione e che quindi in un simile frangente nessun obbligo particolare ricade sui cittadini e tutto ciò premesso nell’addivenire al primo anniversario della morte,

IMPEGNA IL SINDACO E LA GIUNTA

a deliberare la variazione della denominazione dell’attuale via del Gelsomino, sita nel territorio comunale, in via Don Bruno Verdiani, in quanto trattasi di una strada non anonima, densamente abitata e accesso principale alla Chiesa del Sacro Cuore di Gesù fondata da Don Bruno Verdiani ubicata in via Alcide De Gasperi, a presentare al Prefetto competente la richiesta di variazione toponomastica secondo i riferimenti prescritti dal Regio Decreto n. 1158 del 10 maggio 1923 e dalla Legge 1188 del 23 giugno 1927

Campi Bisenzio, 13 giugno 2008

IL CONSIGLIERE COMUNALE ROBERTO VITI

Articoli correlati :Una via per Don Bruno Verdiani…quasi, Una via per Don Bruno Verdiani, il discorso di Viti in Consiglio Comunale, Una via per Don Bruno Verdiani .. che brutta figura !

About these ads

Tag: , , , , , , , , , , , , , , , ,

10 Risposte to “Una via per Don Bruno Verdiani, parroco del Sacro Cuore di Gesù”

  1. Roberto Sassetti Says:

    Mi auguro proprio che la giunta deliberi in favore di questa richiesta. Don Bruno ha dato tanto a tutti i campigiani e questo è il minimo che si possa fare in sua memoria.
    Roberto

  2. Giovanni Says:

    Ritengo giusto intestare una via a Don Bruno Verdiani per tutto quello che di buono ha rappresentato soprattutto per le persone della mia generazione che è praticamente cresciuta con lui. Ho partecipato insieme a tante altre persone al consiglio comunale, ho ascoltato e ho trovato anche giuste alcune delle osservazioni fatte da alcuni componenti del consiglio in merito alle problematiche sulla variazione toponamastica di via del Gelsomino e una domanda però mi è nata spontanea: La stessa premura nei confronti dei disagi arrecati ai cittadini è stata usata anche nelle altre variazioni toponomastiche adottate in passato o si è semplicemente deliberato e poi imposta in maniera coercitiva? Se così fosse ( e non mi risulta diversamente) mi sfugge la diversità tra questa variazione e una qualsiasi altra adottata in passato.
    Giovanni

  3. Viviana Says:

    Sono daccordo sul fatto di intitolare la via a don Bruno.
    Sono completamente daccordo con Giovanni, che ha lasciato il commento prima di me.
    Mi pare che i politici giovedì in consiglio comunale non abbiano fatto una bella figura, bastava sentire i commenti della gente dopo la seduta del consiglio!
    Perchè, mi domando non sono voluti arrivare al voto della mozione? Si poteva andare al voto della mozione così si vedeva, invece di fare tutte quelle manfrine, tutte quelle belle parole, quei si, ma….
    Tutti lì a preoccuparsi dei presunti disagi dei cittadini abitanti di via del Gelsomini, ma se il comune avesse deciso di intitolare quella via, che so, a qualche pacifista, avrebbero avuto così tanti scrupoli?

  4. Una via per Don Bruno Verdiani, il discorso di Viti in Consiglio Comunale « Campi Bisenzio Notizie Blog Says:

    [...] New Roman”;} Lo scorso 26 giugno il Consigliere Roberto Viti ha presentato la richiesta di variazione toponomastica della strada nominata “via del Gelsomino”, in via Don Bruno Verdiani in ricordo del [...]

  5. Viviana Says:

    L’intervento di Roberto Viti nel Consiglio Comunale del 26 giugno mi ha commosso molto perchè ha saputo riassumere, in poche parole, quello che è stato don Bruno.
    Un sacerdote semplice, la figura del “curato” di una volta, “curato” perchè cura le anime, pregio che non è facile ritrovare oggi in un mondo fatto di “fretta”.
    Mi è solo dispiaciuto notare, in quella seduta del consiglio comunale, alcuni “assenti” che forse avrebbero dovuto esserci, se non altro in memoria di un parroco a cui devono molto.

  6. Michele Says:

    Sono più che daccordo ad intitolare una via a Don Bruno Verdiani.Parroco che ho conosciuto nel 1971 in una piccola chiesetta prefabricata. Con il suo impegno, tenacia e sopratutto una grande umanità, ha saputo creare un’attomsfera collaborativa all’interno della sua comunita,che definirei a mio avviso unica. Spero che l’amministrazione comunale mostri la sensibilità necessaria a far si che Don Bruno non sia solo presente nel cuore dei suoi parrocchiani,ma anche di chi lo ha conosciuto e apprezzato la sua grande umanità.

  7. Viviana Says:

    Ieri sera alla parrocchia del Sacro Cuore si è celebrata la messa in memoria di don Bruno ad un anno dalla sua scomparsa, c’erano tantissime persone che tributavano il loro affetto al loro parroco che, come ha detto il cardinale Piovanelli nell’omelia, è sempre con noi.

  8. Viviana Says:

    Novità dal Consiglio Comunale: la via a don Bruno non si farà, o, almeno, non si farà per il momento e non sarà certamente via del Gelsomino.
    Ieri, durante il Consiglio Comunale, la Giunta del consiglio ha presentato emendata e completamente stravolta la mozione presentata il 26 giugno dal consigliere Viti.
    In pratica la Giunta ha fatto sua l’iniziativa di intitolare la via don Bruno ma partendo da presupposti diversi da quelli originali.
    In pratica la Giunta si impegna a intitolare, in futuro, una via o una piazza di nuova realizzazione, possibilmente limitrofa alla chiesa del Sacro Cuore e abitata.
    Una via sarà intitolata a don Bruno in futuro? Quando, dal momento che non è ancora stato approvato il RUC e non si sa quante strade nuove sorgeranno e quando, se ne riparlerà nel 2011, forse, ma forse anche più tardi.
    A Campi ci sono vie assurde come quelle con nomi di piante e fiori, oppure quelle che ricordano personaggi che nulla hanno a che fare con la tradizione del nostro territorio, come Via Gagarin, ma chi è Gagarin? Si, so chi è Gagarin, ma non credo fosse necesario intolargli una via, allora perchè non via Amstrong? E’ lui l’uomo che ha messo per primo un piede sulla luna!!!!
    Allora perchè non cambiamo tutta la toponosmatica a Campi ed intitoliamo le vie, quelle di alberi e fiori, a personaggi che hanno fatto la nostra storia, la storia di Campi?

  9. Una strada per Don Bruno Verdiani, Viti: “non mi arrendo..” | Campi Bisenzio Notizie Blog Says:

    [...] Viti: “non mi arrendo !”, sembra il titolo di un film, ma non è così. A distanza di quasi cinque anni l’amministrazione non è ancora riuscita a risolvere il caso della strada da intitolare al compianto Don Bruno Verdiani, l’indimenticato parroco del Sacro Cuore e Roberto Viti della lista Civica No Inceneritore torna alla carica. Non per sè, non per calvalcare un argomento per scagliarsi contro l’attuale amministrazione, ma per onorare il volere di tanti cittadini delusi dall’indifferenza verso un uomo che ha dato tanto a Campi ed ai campigiani. In effetti la cosa rasenta il ridicolo perchè da quel lontano luglio 2008, quando fu approvata una delibera, si poteva fare qualcosa, specialmente dopo l’affermazione “..nel più breve tempo possibile intitoleremo una via a Don Bruno Verdiani”, data di fronte ad una sala gremita di parrocchiani del Sacro Cuore, che tenevano proprio ad una rapida attuazione di questa pratica. “Ora che sta per finire la legislatura, questa richiesta a cui i parrocchiani tengono così tanto e per la quale mi hanno di recente ricontattato,” afferma Viti, “potrebbe cadere nell’oblio. Non so come andrà nel consiglio di oggi pomeriggio, ma il mese scorso al Vigna hanno intestato subito, alla prima, i giardini della scuola Matteucci e per Don Bruno Verdiani ancora niente.” La richiesta iniziale era infatti quella di avere una strada o una piazza intitolata al loro parroco nel territorio della parrocchia ed il più vicino possibile alla parrocchia stessa, oggi dice Viti “tra le ipotesi più gradite c’è quella che era già stata indicata, ossia intitolare la parte di via Prunaia che dall’intersezione di via Palagetta verrà collegata, in un prossimo futuro a completamento della viaria prevista, al ponte di Maccione e proprio così adiacente al complesso parrocchiale”. Vediamo se dal consiglio comunale di oggi nei prossimi mesi ci sarà la volontà reale, di intitolare questa parte della via Prunaia fino al ponte di Maccione alla memoria del parroco Don Bruno Verdiani, anche se i lavori di ampliamento della carreggiata e ad essa connessi sono ancora da iniziare ma in virtù dell’importanza che rivestirà questa strada essa appare ben degna per tale memoria. Non sappiamo come andrà a finire ma sicuramente Viti darà battaglia fino all’ultimo e l’amministrazione comunale potrebbe avere una nuova forte critica mossa da tanti campigiani delusi e amareggiati. Campi Bisenzio Blog continuerà a seguire l’evolversi di questa vicenda, dando voce anche ai cittadini, come ha già fatto cinque anni fà. [...]

  10. Una strada per Don Bruno Verdiani – Viti: “non mi arrendo..” | Campi Bisenzio - News Says:

    [...] Viti: “non mi arrendo !”, sembra il titolo di un film, ma non è così. A distanza di quasi cinque anni l’amministrazione non è ancora riuscita a risolvere il caso della strada da intitolare al compianto Don Bruno Verdiani, l’indimenticato parroco del Sacro Cuore e Roberto Viti della lista Civica No Inceneritore torna alla carica. Non per sè, non per calvalcare un argomento per scagliarsi contro l’attuale amministrazione, ma per onorare il volere di tanti cittadini delusi dall’indifferenza verso un uomo che ha dato tanto a Campi ed ai campigiani. In effetti la cosa rasenta il ridicolo perchè da quel lontano luglio 2008, quando fu approvata una delibera, si poteva fare qualcosa, specialmente dopo l’affermazione “..nel più breve tempo possibile intitoleremo una via a Don Bruno Verdiani”, data di fronte ad una sala gremita di parrocchiani del Sacro Cuore, che tenevano proprio ad una rapida attuazione di questa pratica. “Ora che sta per finire la legislatura, questa richiesta a cui i parrocchiani tengono così tanto e per la quale mi hanno di recente ricontattato,” afferma Viti, “potrebbe cadere nell’oblio. Non so come andrà nel consiglio di oggi pomeriggio, ma il mese scorso al Vigna hanno intestato subito, alla prima, i giardini della scuola Matteucci e per Don Bruno Verdiani ancora niente.” La richiesta iniziale era infatti quella di avere una strada o una piazza intitolata al loro parroco nel territorio della parrocchia ed il più vicino possibile alla parrocchia stessa, oggi dice Viti “tra le ipotesi più gradite c’è quella che era già stata indicata, ossia intitolare la parte di via Prunaia che dall’intersezione di via Palagetta verrà collegata, in un prossimo futuro a completamento della viaria prevista, al ponte di Maccione e proprio così adiacente al complesso parrocchiale”. Vediamo se dal consiglio comunale di oggi nei prossimi mesi ci sarà la volontà reale, di intitolare questa parte della via Prunaia fino al ponte di Maccione alla memoria del parroco Don Bruno Verdiani, anche se i lavori di ampliamento della carreggiata e ad essa connessi sono ancora da iniziare ma in virtù dell’importanza che rivestirà questa strada essa appare ben degna per tale memoria. Non sappiamo come andrà a finire ma sicuramente Viti darà battaglia fino all’ultimo e l’amministrazione comunale potrebbe avere una nuova forte critica mossa da tanti campigiani delusi e amareggiati. Campi Bisenzio Blog continuerà a seguire l’evolversi di questa vicenda, dando voce anche ai cittadini, come ha già fatto cinque anni fà. [...]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 58 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: